Pianificazione oraria annunci AdWords

Pianificazione oraria annunci AdWords

Come sfruttarla al meglio

Parlando di Campagne Potenziate di Google AdWords, sappiamo che uno degli elementi di sicura “rivoluzione”, è la possibilità di poter allestire un budget personalizzato sulla base di tre elementi cardine: località, pianificazione (oraria) annunci, dispositivo.

Il percorso ottimale si genera dalla scheda impostazioni, nella quale spuntano le tre voci, affiancate alla comune “tutte le impostazioni”.

14-001

Anche se la pianificazione oraria è possibile gestirla direttamente dall’impostazione iniziale in sede di creazione della campagna, il mio consiglio è quello di accedere a questa voce solo dopo aver verificato l’efficacia della campagna e dopo una prima ottimizzazione delle chiavi di ricerca.
In questa ottica ci viene in soccorso il bistrattato (poiché poco usato) pannello “dimensioni”.

14-002

Attraverso questo pannello è infatti possibile frazionare i dati sulla base del rendimento orario (tra gli altri, ma sono molteplici le opzioni), richiamando anche i valori di conversione. Il pulsante “dimensioni” – da solo – dovrebbe quindi essere in grado di soddisfare la sete di informazioni legata al rendimento delle campagna analizzata attraverso le fasce orarie.
Definito quindi quali di queste producono maggiore rendimento, ci spostiamo – come visto sopra – nel menù impostazioni, richiamando il pulsante “pianificazione annunci”.
Direttamente da questa scheda è possibile selezionare (opzione su 12 o 24 ore) quando mostrare o non mostrare gli annunci.

14-003

Una volta approntate le modifiche e/o implementazioni agli archi temporali, si potrà passare a gestire il relativo budget delle parole chiave, sulla base del rendimento che esprimono.
In questo contesto è bene evidenziare alcuni punti chiave:

  • analizzate non solo il rendimento del CTR, ma anche la posizione media;
  • prendete in considerazione il costo per clic medio;
  • misurate il costo conversione e il numero delle stesse.

Queste sono soltanto tre delle cose che primariamente è necessario prendere in considerazione e non è assolutamente utile analizzarle senza andare ad analizzare le parole chiave, in considerazione a quali annunci hanno maturato impression e quali chiavi hanno attivato gli annunci.

Una volta stabilito in che modo sia opportuno aggiustare l’offerta (elemento che può essere fatto sia al positivo, che al negativo) è possibile intervenire direttamente nella tabella che si sarà formata, cliccando nella colonna “agg. offerte”, e impostando i parametri di variazione attraverso una pratica mascherina.

14-004

Il risultato finale consentirà di avere di fronte la pianificazione oraria, con tanto di aggiustamento offerte.

14-005

Buona pianificazione!