Il tasso di risposta nei messaggi Facebook

Avere l’icona di Will Coyote. Probabilmente è questo il vero scopo del badge delle business page di Facebook. Perché per quanto veloce tu possa correre, il Bip Bip scapperà sempre a gambe levate, lasciandoti con un palmo di naso.
Il sistema però, a mio parere, nasce da una verità assolutamente indispensabile per il sistema social dei Watch Dog e dell’assistenza a 360° nazionale e internazionale. Per avere un customer care efficiente e che dia fiducia al cliente, è necessario che questo risponda 24 ore su 24, in ogni parte del mondo, in qualsiasi lingua e nel modo più corretto possibile.
Ricordo un’azienda molto importante, che mi disse che non avrebbero presidiato Twitter, perché non potevano pensare (ancora) a una redazione social che potesse rispondere 24 ore al giorno.
Lì il problema era soprattutto di crisis management e quindi la scelta, dal mio punto di vista, era anche giusta. Inutile avere un social che vive e si nutre di notizie fresche, se poi nel cuore della notte, non possiamo rispondere.

Il Tasso di Risposta nei Messaggi Facebook

è quindi una chimera per gran parte delle aziende. La guida lo spiega abbastanza bene, ma provare a raccontarlo in modo più semplice, può essere di aiuto.

Prima di tutto, come avviene il conteggio delle risposte? Questo è semplice. Il conteggio avviene solo sul primo messaggio e non sui successivi. L’importante è intervenire subito (entro 5 minuti per il badge), poi Facebook non guarda lo scambio di colpi che rischia di venire a suon di grazie/prego e faccine annesse. Quindi non preoccupatevi se non dite 100 volte grazie ai 100 volte prego dei vostri fan!

Lo spamming è – grazie Facebook – un parametro facilmente individuabile dal sistema e quindi, i messaggi da cestinare non vengono conteggiati. Quindi nessun timore. Non dovrete mettere il “pollicione” di ingombro se ci stanno dicendo di guardare un video con le candid camera!

Ma allora… Dato il punto uno e il punto due… perché spesso non raggiungiamo il 100% dei messaggi? Semplice, perché la risposta deve avvenire nel giorno stesso in cui viene fatta la domanda. Ciò implica che se la vostra pagina ha molte domande alla sera, le risposte, per quanto avvengano, verranno date la mattina dopo… e qui, il nostro criceto, hai voglia a farlo correre!

C’è però una soluzione, basta cioè impostare lo stato “assente” quando l’ufficio è chiuso o siete impossibilitati a rispondere. In questo modo, il sistema di conteggio viene in vostro soccorso.